Palermo

Centro

Fondata dai Fenici nel VII sec. a.C. con il nome di Ziz, fiore, viene conquistata dai Romani che le danno il nome di Panormus (dal greco, tutto porto) che, con poche modifiche (l'arabo Balharm) è giunto fino a noi.

Principale porto della Sicilia, Palermo occupa il centro di un'ampia baia chiusa a nord dal Monte Pellegrino e a sud da capo Zafferano. E' costruita ai margini di una fertilissima piana chiamata nel XV sec. Conca d'Oro per le rigogliose coltivazioni di agrumi e la presenza di palmeti e uliveti. Palermo, un tempo meta preferita di scrittori, poeti ed artisti, sedotti dall'atmosfera orientaleggiante che vi si respirava, dalla bellezza della città, costruita nell'arco dei secoli e risultato di culture e tradizioni diverse, ha purtroppo subìto danni terribili soprattutto durante i bombardamenti dell'ultima guerra quando i quartieri vecchi sono stati distrutti (1943) e mai completamente ricostruiti. Nonostante tutto ciò, Palermo conserva il fascino delle genti che qui hanno stabilito la loro dimora, dai Bizantini, agli Arabi, ai Normanni che hanno lasciato la loro impronta indelebile nell'arte, ma anche nella vita stessa della città.
La città si anima in modo particolare in luglio, quando viene festeggiata la patrona Palermo, S. Rosalia, con manifestazioni che durano ben cinque giorni.

La provincia è meta del turismo nazionale ed internazionale, poiché offre diverse attrazioni: tra le innumerevoli si menzionano particolarmente i monumenti di Palermo, città d'arte monumentale e cultura, le spiagge di Mondello,Campofelice di Roccella e Cefalù.